La maglietta preferita

/
3 Comments



Quando ho visto girare le fotografie di questa t-shirt su Instagram, sono rimasta molto colpita. La mano che vedete stampata, infatti, non è famosa perché alcune fashion blogger hanno indossato il ciondolo o il braccialetto che la raffigura - e di questo ne siamo certe tutte, o meglio, mi auguro e spero - ma ha un significato ben più profondo ed importante. Quella mano, è chiamata la "mano di Miriam o di Fatima" o “hamsa”, “khamsa”, ed è un amuleto a forma di palmo, caratteristico della religione cristiana d'oriente, musulmana e ebraica. Viene considerato una potente protezione contro le malvagità ed i cattivi pensieri, già, i cattivi pensieri..

Dopo questa dovuta premessa, dettata dal fatto che non possiamo indossare un capo solo e soltanto perchè
tizio, tizia, caio e cippolippi li indossano - posso dirvi che la t-shirt che vedete in foto, non è su questo blog perché ultimo must have di questa stagione, ma perchè acquistandola, grazie all'iniziativa di @agape_loveyourenemies, ho dato il mio contributo all'ABA, Associazione Bulimia Anoressia e per questo motivo è diventata la mia maglietta preferita. Non sarà di certo una maglietta a salvare tutte le ragazze che vivono ogni giorno dietro l'ombra di una malattia che può portarle alla morte, ma il mio, il vostro contributo, può essere molto utile e la consapevolezza di averlo fatto mi rende molto felice e fiera. 

Voi vi chiederete il perché io stia trattando questo argomento. Beh, io credo che sia importante essere consapevoli di quello che ci accade intorno, soprattutto perché siamo appassionate di moda, soprattutto perché sfogliamo cataloghi che raffigurano modelle magre e perfette, soprattutto perché siamo donne e siamo le prime vittime dei disturbi del comportamento alimentare. 

La consapevolezza può aiutare a non cadere in una trappola o a chiedere aiuto in tempo. I disturbi del comportamento alimentare sono un male della nostra società, probabilmente uno dei mali peggiori e solo chi li vive direttamente può comprendere quanto sia difficile uscirne; si, ho detto difficile, ma non è impossibile.

Per combattere, l'amore altrui può dare una grande mano, ma quello per se stesse è fondamentale. 

"Don't forget to love yourself"

Per informazioni sull'iniziativa:

Instagram: @agan_loveyourenemies 

Mail: a.loveyourenemies.sm@gmail.com

www.facebook.com/agapeloveyourenemies 

www.aba.it




You may also like

3 commenti:

  1. Un bello scritto.. Complimenti!! Toccante ma non melenso.. Acquisterò la tshirt:-))

    RispondiElimina
  2. Ciao Monica, felice che lo farai :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Complimenti!! La devo assolutamente acquistare

    RispondiElimina

Copyright © 2013 Crinzieacapo by Alessandra Crinzi. All rights reserved . Powered by Blogger.

Post in evidenza

I prodotti per capelli che mi hanno convinta a provare l'ecobio

Non so bene come e quando sia iniziata questa "fissa", sta di fatto che da un giorno all'altro mi sono ritrovat...

La mia rubrica su Il corriere della città

La mia rubrica su                 Il corriere della città
Crinzieacapo

Categories

Translate

About

authorMunere veritus fierent cu sed, congue altera mea te, ex clita eripuit evertitur duo. Legendos honestatis ad mel. Legendos honestatis Munere veritus fierent cu sed, congue altera mea te, ex clita eripuit.
Learn More →


Popular Posts