Non saranno auguri convenzionali

/
0 Comments




Potrei farvi i soliti auguri, di quelli dove dico quelle robe dal consenso facile, dove sostengo che meritate tutta la felicità di questo mondo e bla, bla, bla... Quest'anno però voglio cambiare; prima di tutto perché  la felicità è soggettiva e a prescindere da ciò non so se ognuno di voi la merita realmente, ma soprattutto perché mi piace pensare che il cambiamento, anche di alcune parole, possa portare alla svolta, quella che tutti stiamo cercando, chi più, chi meno. 
Vi auguro un anno nuovo "diverso", che non debba essere necessariamente migliore - ogni anno ha le sue pecche - ma che possa regalarvi le giuste soddisfazioni, quelle che meritate a seconda dell'impegno che avete messo per ottenerle. 
In questo 2015, mi piacerebbe sapervi carichi di progetti per il futuro, ma soprattutto pieni della consapevolezza che non devono essere gli altri a decidere per noi - tutt'altro - e non intendo solo la mamma o il papà che vi fanno "cannare" la scelta dell'Università, facendovi iscrivere a Economia nonostante il vostro desiderio fosse Lettere e Filosofia. Per "gli altri" intendo quelli che stanno lassù, chi sta al potere e cerca ogni giorno di demoralizzare noi giovani per non farci andare avanti, facendoci abbandonare sogni e progetti perché afflitti dalla realtà di iter burocratici impossibili da seguire o dalla più semplice e attuale carenza di denaro. Questo, siate certi, è un qualcosa che è stato creato per non farci arrivare dove vorremmo, facendoci abbandonare la nostra strada prima di averla realmente trovata e permettendo sempre ai soliti quattro e le loro real chiappe, di rimanere ben saldi sulle loro poltrone e, ai nuovi raccomandati - figli, cugini, conoscenti, amici di Tizio che lavora lì - di farcela, senza alcun sforzo, privi di competenze e capacità, non conoscendo il sacrificio, a nostro discapito. Siamo noi a decidere dove vogliamo arrivare ed è per questo che vi auguro un 2015 pieno di salute - perché senza quella non si va da nessuna parte - progetti, sogni realizzati e nuovi sogni da realizzare. Vi auguro un container di forza di volontà e un vagone pieno di spirito di sacrificio, perché ragazzi, il tutto e subito non è per noi comuni mortali e quando arriva c'è spesso qualcosa che non va! Lavoro. Spero che ogni curriculum inviato possa avere una risposta positiva e se così non fosse non azzardatevi a fermarvi! Tirate fuori dal cassetto quell'idea che avete avuto tempo fa e provate a realizzarla; è questo il momento per farlo, è questo l'attimo da prendere al volo in cui, se sarà il caso, ci si potrà mettere in gioco provando anche reinventarsi, cambiando piani, cambiando strada ma trovando quella giusta. Denaro. Beh sì, perché ora non stiamo a raccontarci le solite puttanate moraliste che, a parer mio, sono state inventate da chi i soldi voleva tenerseli tutti per sé. Va bene, la "pecunia" non farà la felicità, ma diciamo che dona una grandissima mano; un conto è svegliarsi al mattino nella consapevolezza di avere la possibilità economica di pagare ogni bolletta, un conto è vivere arrancando, privandosi di tutto, anche di una pizza, perché quei 30 € in due vanno nelle bollette. Smettiamola con quest'ipocrisia - perché proprio di questo si tratta - con questo moralismo che ci hanno inculcato per farci rimanere sempre sempre lì, al centro di un circolo vizioso dove la parola d'ordine è "accontentarsi". Realizzarsi non è peccato, raggiungere i propri obiettivi con sacrificio non è sbagliato. 

Ecco, come al solito mi sono persa in centinaia di parole, ma alla fine sono arrivata a quello che desidero augurarvi per questo 2015; non accontentatevi perché qualcuno vi ha detto che è troppo difficile. Non fermatevi dinnanzi al primo ostacolo. Non arrendetevi, perché la nostra esistenza non è fatta per essere subita, ma per essere vissuta. 

Buon anno. 


You may also like

Nessun commento:

Copyright © 2013 Crinzieacapo by Alessandra Crinzi. All rights reserved . Powered by Blogger.

Post in evidenza

I prodotti per capelli che mi hanno convinta a provare l'ecobio

Non so bene come e quando sia iniziata questa "fissa", sta di fatto che da un giorno all'altro mi sono ritrovat...

La mia rubrica su Il corriere della città

La mia rubrica su                 Il corriere della città
Crinzieacapo

Categories

Translate

About

authorMunere veritus fierent cu sed, congue altera mea te, ex clita eripuit evertitur duo. Legendos honestatis ad mel. Legendos honestatis Munere veritus fierent cu sed, congue altera mea te, ex clita eripuit.
Learn More →


Popular Posts