Cosa indossare il giorno della laurea? Qualche idea e consiglio

/
0 Comments





Negli ultimi mesi, molte tra di voi, mi hanno contattata per avere qualche dritta su come vestire in uno dei momenti più importanti della vita, quello che segna la fine di una fase e l'inizio di un nuovo cammino che porta verso il futuro. Parlo del giorno della laurea. Premetto, io non sono un'esperta di moda, diciamo che me la cavo abbastanza bene quando c'è da scovare dei capi carini a poco prezzo, ma viste le numerosissime richieste, e visto che mi sento vostra amica come voi vi sentite amiche mie, ho deciso di scrivere comunque una specie di guida che al suo interno conterrà degli spunti che spero potranno darvi una mano e sollevarvi da questa piccola preoccupazione.

Tanto per cominciare è importante sottolineare che anche questo grande giorno ha il suo dresscode che, durante gli ultimi decenni, si è rimodernato eliminando alcune vecchie tradizioni. Ad esempio, il blazer, il classico senza tempo per eccellenza, non è più da considerarsi obbligatorio. Personalmente credo che in occasioni del genere sia azzeccatissimo, soprattutto in primavera, quando fa ancora freschetto, quindi sarà presente negli esempi che seguiranno. Voi, ovviamente, sarete libere di prenderlo in considerazione o meno; dipenderà solo dalle vostre esigenze. Inoltre, ho anche scoperto che non sarete costrette a scegliere la solita camicia, ma andrà benissimo anche un un body, un top, una blusa, a patto che non siano troppo scollati. È ovvio, ma l'esperienza mi dice che è sempre bene sottolinearlo :) .



Vediamo un po' di abbinamenti.



- Il primo optabile è l'evergreen che non vi farà sbagliare mai, il tubino. Elegante, raffinato, di gran classe. Abbinato ad un blazer risulta formale e vista l'occasione mi sembra perfetto, ma non escludete l'accostamento con un cardigan.
- Vestito. Inutile dirvi che non dovrà essere corto - in teoria si dice che mai più di 5 cm sopra il ginocchio - e ovviamente non dovrà avere scollature alla Kim Kardashian.



- Il secondo abbinamento è quello composto da pantalone - guai a voi se vi becco con quelli di pelle stile Miley Cyrus in videoclip  - accompagnato da body, blusa, top. Se preferite qualcosa di più classico, potrete optare per un completo monocolore reso più sbarazzino grazie ad una blusa fantasia, oppure potrete decidere di spezzare il tutto scegliendo un pantalone nero e una giacca colorata. Ovviamente in questo caso, la camicia/blusa o quel che preferirete, non sarà sgargiante, ma di un colore più sobrio; da laurea a martedì grasso - maracaibo mare forza nove uscire sì ma dove? - è un attimo. Occhio!






- Terzo abbinamento. Più o meno come l'ultimo descritto, ma con una nuova protagonista: la gonna. E ho detto gonna, non giropassera da urlo o sciarpa che copre le chiappe. Capì? Ok. Sarete libere di scegliere il modello che preferite; dal midi al campana arrivando alla longuette aderente, fondamentale è che siano tutte di una lunghezza consona all'occasione. Va benissimo pure un completo o, anche in questo caso, l'abbinamento con una giacchetta di colore diverso.







- Quarto abbinamento. Conoscete le jumpsuit, no? Detta come se maggna - che ci garba di più - sono quelle tute eleganti che rendono la vita più semplice, soprattutto quando si tratta di scegliere un capo che risulterà facilmente abitabile, praticamente come un vestito, ma aggiungendo la comodità un paio di pantaloni. Io la preferirei di un colore classico come il nero o il grigio scuro.





Accessori.


-  Scarpe. Punto dolente per una comodista come me, perché vi manderei a discutere la laurea con un paio di All Stars, ma non si può. Evitate i tacchi vertiginosi e i plateau da cubista. Le décolleté saranno perfette con gonna, vestito e pantalone sigaretta. Ok lo stivaletto con tacco basso se abbinato a pantalone largo sul fondo. Le ballerine non riesco a farmele piacere, ma se per voi è diverso potete utilizzarle, ma non su pantalone palazzo.

- Bijoux. Non esagerate. Quindi diciamo no alle collane macro che pesano 6 kg e che vanno tanto di moda negli ultimi anni, e optiamo per un semplice ciondolo o un punto luce. Ok orecchini piccini e anelli non troppo ingombranti e, a prescindere da ciò, tenete sempre in considerazione la regola che mia nonna insegnò a mia madre e mia madre insegnò a me: prima di uscire di casa, fermatevi un secondo, guardatevi allo specchio e togliete un bijoux a caso tra quelli indossati fino a quel momento. Ho detto togliete un bijoux, non cambiatevi da capo a piedi. Vi conosco, mascherine!

- Borsa. Questa scelta dipenderà solo da voi. Se grande o più piccola, lo deciderete in base a quante cose avrete da portare con voi. Se siete come la sottoscritta avrete la tentazione di presentarvi alla discussione con un trolley. Ecco, magari se riuscite fatevi bastare una shopper.

- Trucco. Non sono un'esperta, nemmeno in questo, ma da amica posso consigliarvi di optare per qualcosa di curato ma semplice. Eviterei i rossetti troppo accesi e prediligerei un color carne, un rosa, o addirittura punterei solo sugli occhi. Mi raccomando! Scegliete un mascara waterproof perché in un giorno così importante le emozioni saranno tante e le lacrime di gioia, ovviamente, vi aspetteranno al varco.

Bene picciotte mie, penso di avervi detto più o meno tutto e spero che questi piccoli spunti possano aiutarvi a semplificare le cose. Vi faccio i miei complimenti e vi auguro con tutto il cuore che questo giorno così importante sia indimenticabile e segni l'inizio del cammino verso la realtà che desiderate, colma di soddisfazioni e di sacrifici che vengono ripagati.


Un abbraccio e in bocca al lupo!


You may also like

Nessun commento:

Copyright © 2013 Crinzieacapo by Alessandra Crinzi. All rights reserved . Powered by Blogger.

Categories

Translate