Disneyland Paris: consigli e qualche dritta per viverlo al meglio

/
6 Comments






Devo dirvi la verità, ho pensato di aspettare un po' prima di scrivere questa specie di guida; sono passati troppi pochi giorni dal mio rientro dal mondo delle fiabe e sono ancora molto sensibile all'argomento. Se potessi mi trasferirei lì, posizionando una tenda da campeggio nel labirinto di Alice nel Paese delle Meraviglie, ma dato che non si può e visto che ho ricevuto una marea di richieste di delucidazioni in merito al mio ultimo viaggio, ho deciso di mettere in ordine tutte le informazioni in mio possesso e farne tesoro, per voi.  



Dove e come prenotare.


Quest'anno ho messo da parte l'agenzia di viaggi - ma solo perché lo shopping online è la mia droga  - e ho fatto ogni cosa tramite il sito di Disneyland Paris che, in modo del tutto facile e intuitivo permette di prenotare velocemente aereo, navetta per/da Disneyland, albergo, biglietti per entrambi i parchi e per tutte le giornate che deciderete di soggiornare all'interno del Resort. Prenotando con 3/4 mesi di anticipo potrete usufruire di un fantastico sconto del 15 o 25% sull'intero soggiorno + mezza pensione gratuita - che non comprende le bevande tipo birra, Coca Cola, Vino. L'acqua, nell'albergo dove ho alloggiato, era erogata da un distributore, quindi totalmente gratuita. 
Se invece la vostra intenzione è quella di visitare Parigi e fare  solo una puntatina a Disneyland, avrete la possibilità di acquistare i biglietti giornalieri per entrambi i parchi + il trasposto con navetta, pagando circa 90 euro a testa. 


Gli alberghi del Resort. 


Bellissimo il New York, Il Sequoia, Il Disneyland Hotel, ma tutti fuori dalla mia portata economica. Carinissimo il Newport Bay, leggermente più economico dei primi. Se si vuole spendere di meno bisogna puntare sul Santa Fe, che segue lo stile del cartone animato Cars, altrimenti sul nostro preferito, il Cheyenne, l'hotel dove abbiamo alloggiato già due volte su tre. Già! Anche quest'anno abbiamo optato per il Far West: in primis per le camere nuove a prezzo conveniente - l'albergo è in fase di ristrutturazione in vista del venticinquesimo anniversario e abbiamo approfittato del buon prezzo - in secondo luogo perché il Chuck Wagon, il ristorante dove si fa colazione e cena, è veramente l'oasi per i mangioni come me e Andrea. Cucina internazionale - non manca la pasta ma lassatelaperdere - ogni giorno un piatto tipico differente - ho apprezzato moltissimo il Chili e la Moussakà greca - secondi ottimi, tanta carne, molto barbeque, ma anche tanto pesce e moltissime verdure, formaggi, dolci a bizzeffe. Insomma il paradiso dei golosi soprattutto perché tutto a buffet!




L'hotel Cheyenne dista 10 minuti a piedi dal Village, il Centro Commerciale adiacente ai parchi - vi perderete tra i vari Disney Store, vi vedo già - ma se il deretano vi pesa come un macigno perché pigri come Homer Simpson avrete la possibilità di usufruire di una comodissima navetta che parte dall'hotel ogni 12 minuti. Ah! Scordatevi il bidet. Essendo un'esigenza di pochissimi Stati al mondo, che io sappia, non esiste in nessuno degli alberghi. 
Un giorno vi svelerò il trucco per cercare di far fungere la doccia come un bidet, e senza bagnarsi i piedi - roba da Mago Silvan levatedequachetemozzico. 




Mezza pensione o pensione completa?


Quest'anno abbiamo optato per la seconda. Con soli 50 euro in più a testa, siamo passati dalla mezza alla pensione completa, con la possibilità di mangiare a pranzo all'interno dei parchi utilizzando i buoni pasto pagati durante la prenotazione. Ogni buono ha il valore di 14 euro circa e permette di acquistare un menù a persona comprensivo di pasto principale, bevande, frutta o dolce. Ovviamente si può utilizzare solo nei ristoranti autorizzati, ma in entrambi i parchi. I miei preferiti? Sicuramente il Fuente del Oro a Disneyland Park - mangiate la fajitas con pollo o vegetariana, è spettacolare! - e il Blockbuster Cafè sito negli Studios.


Se deciderete di optare per la mezza pensione, quindi solo colazione e cena, avrete comunque la possibilità di mangiare in tutti i ristoranti/fast food siti nel parco, compreso il famosissimo, comodissimo ed economicissimo Mc Donald's che troverete al Village. 



Parchi e tempistiche. 

Come avrete capito i parchi sono 2: il primo nato, nonché il più magico, è il Disneyland Park. Il secondo nato, sicuramente più adrenalinico, pieno di attrazioni dedicate ai nuovi cartoni animati, è il Walt Disney Studios. Inutile dirvi che sarete "obbligati" a visitare entrambi e, per viverli bene, senza fretta, con il tempo che meritano, vi consiglio di rimanere nel mondo delle favole almeno 2/3 giorni. Per carità, Disneyland Paris, accelerando il passo, è visitabile anche in un solo giorno, ma calcolando le code ai giochi - che spesso superano i 50 minuti - il passaggio da un parco all'altro - voi non avete idea di quanto si cammini in quel posto - e aggiungendo ovviamente la stanchezza, mi risulta difficile pensare che 10, 12 ore, possano bastare per fare tutti i giochi soffermandosi con attenzione sui dettagli che meritano di essere notati.

Disneyland è un'esperienza che va vissuta a pieno, ecco perché vi consiglio di evitare il caos del weekend e le festività; se vi è possibile, prenotate durante giorni feriali - meno casino, meno code, meno stress.


Il Disneyland Park 



Si suddivide in 5 sezioni, però vi avviso, non ve le descriverò con estrema precisione, e questo perché desidero siate voi a scoprire tutto nei dettagli. 

- Main street; siamo nell'America del primo 900, perfettamente riprodotta con il suo Comune, la Stazione - dal quale si può prendere il carinissimo trenino Disneyland Railroad - decine di negozi pieni di gadget Disney e caffetterie dove nel pomeriggio potrete ristorarvi con un buon caffè, the, e dolcetti golosissimi (non perdetevi il muffin al cioccolato e quello alla Nutella del Bake House alla fine della via verso il Castello; spaziali).


- Frontierland; è l'america più selvaggia, si passa dal Far West, al Gran Kenyon, accampamenti indiani, case coloniali. Imperdibili il giro su Battello - sì, c'è un lago immenso - la casa dei fantasmi o meglio la Phantom Manor con il suo cimitero di famiglia, e il divertentissimo Thunder Mountain; un trenino che sfreccia velocissimo in una miniera abbandonata.


- Adventurland; siamo in oriente, passiamo per l'India, poi arriviamo fino all'Africa. Questa zona è ispirata all'avventura e ai suoi classici; Indiana Johnes, I Pirati dei Caraibi, Aladino, Madagascar! Assolutamente imperdibile la montagna russa di Indiana Johnes, il viaggio nel mondo dei pirati - attrazione per il momento chiusa per manutenzione, credo riapra in estate - e la casa sull'albero dei Robinson. 


- Discoveryland; la parte del parco che ti catapulta nel futuro! Con le meravigliose Space Mountain - Mission 2 - chiuse anche queste per manutenzione fino all'estate - si può provare la meraviglia di un viaggio adrenalinico nell'universo. Carinissimo per i bimbi Buzz Lightyear Laser Blast e Autopia - che permette di guidare auto anni 50, ma nello spazio.


- Fantasyland; ok. Preparatevi! Siamo nello mondo delle fiabe, tra il volo di Peter Pan, la casa di Biancaneve e il labirinto di Alice del Paese delle Meraviglie - la maratonda è un must, vi ritroverete a farla senza nemmeno rendervene conto, io ne so qualcosa.
Imperdibile un giretto nel Castello della Bella Addormentata e  uno  sulle tazze da the di Alice - preferibilmente a stomaco vuoto.
Il resto, sarete voi a scoprirlo.



ATTENZIONE! Tutti i giorni, alle ore 17, viene svolta la Parata dei carri con tutti i personaggi Disney. Alla sera, a chiusura parco - ad oggi ore 19 - potrete assistere al Disney Dreams, uno degli spettacoli più belli al mondo. Venti minuti di pura meraviglia dove il Castello della Bella Addormentata prende vita grazie ad un fantastico gioco di luci.
Fuochi d'artificio, ricordi, colori e lacrime - le mie, perché pur avendolo visto già due volte, riesco sempre ad emozionarmi come fosse la prima. 







IMPORTANTE: consultando il programma dei parchi - troverete il depliant anche all'ingresso degli stessi o nella reception del vostro albergo - potrete scoprire con precisione in quali giorni della settimana vi sarà possibile assistere al Disney Dreams - ad oggi, tutti.




Walt Disney Studios




E' il parco "più recente" e al suo interno una marea di attrazioni  adrenaliniche che, come direbbe mia madre, "fanno arrizzare u pilu". Non mancano ovviamente anche attrazioni scenografiche. 
Quest'anno sono rimasta incantata da Ratatouille, un gioco che fa vivere una divertente esperienza 3D. Bellissimo il quartiere francese dov'è sita; sembra veramente di camminare per i vicoli di Parigi. 
Imperdibile, ma solo per i forti di cuore, la Tower of Terror con il suo ascensore che crolla nel vuoto - esperienza traumatica, non potete capire le parolacce che sono uscite dalla mia bocca. 
Non da meno le Rock 'n' Roller Coaster, montagne russe degli Aerosmith. Splendido e divertentissimo anche il Crush Coaster; purtroppo però vi si trova sempre molta coda, quindi vi consiglio di puntarlo già ad apertura. Esiste anche una parte dedicata a Toy Story, si chiama Playland; non mi ha esaltata particolarmente, ma solo perché mi ricorda più un Luna Park. 
Se il vostro giro tra le meraviglie di questi parchi sarà di più giorni, vi consiglio anche Moteurs Action! E' uno spettacolo stupefacente con stuntman che si esibiscono in scene di film d'azione rendendone palesi i retroscena. Gli orari dello spettacolo cambiano spesso, quindi vi consiglio di controllare una volta lì, al parco.


E per  concludere, trucchi e qualche dritta.

Acqua: a Disneyland come a Parigi costa parecchio, spesso più di bevande come Coca Cola. Il mio consiglio? Munitevi di una bottiglia vuota e riempitela nelle fontanelle sparse tra le vie dei parchi. 

App Disneyland e FastPass: molto spesso le code ai giochi sono infinite, ma, scaricando l'app Disneyland® Paris - disponibile sia su App Store che su Play Store  - potrete tenere sotto controllo, e in tempo reale, i minuti d'attesa di ogni attrazione; una comodità. Inoltre,  fondamentale imparare immediatamente a fare buon uso del FastPass, detto anche "la salvezza dei visitatori".
Vi spiego meglio; questo è un servizio che consente di ridurre i tempi d'attesa per alcune attrazioni, solitamente le più frequentate. I giochi che dispongono di questo servizio hanno un luogo apposito, solitamente vicino all'ingresso, dove farete leggere il vostro biglietto a un macchinario che a sua volta vi rilascerà il biglietto FastPass con un orario in cui vi dovrete ripresentare. Così, nel frattempo, guadagnerete tempo buttandovi su altri giochi. All'ora riportata sul biglietto tornerete all'attrazione e, passando dall'ingresso per FastPass, eviterete i minuti di coda: una goduria!

IMPORTANTE: si può richiedere un solo biglietto FastPass per volta, intendo dire che non potrete farlo per più attrazioni contemporaneamente - a Disneyland i sogni son desideri, ma mica sono scemi :).

Le foto con i personaggi Disney. Durante la mia prima visita a Disneyland ho rischiato di farmi denunciare per stalking da Pippo e pure da Cip e Ciop; li seguivo dovunque cercando di farmi una foto con loro. Quest'anno ho finalmente capito che non serve, perché esistono delle postazioni apposite, site nelle vie dei due parchi, dove i personaggi si fermano per qualche ora proprio per permettere a tutti di scattare delle foto insieme. Queste postazioni si riconoscono facilmente perché troverete la foto del personaggio - ad esempio Paperino - e l'orario della sua presenza, proprio in quel punto. 
State attenti a Peter Pan e Jack Sparrow! Girano tra Fantasyland e Adventurland completamente fuori controllo :) !


Come già  anticipato all'inizio del post, ad aprile, precisamente il 12, inizieranno i festeggiamenti per il venticinquesimo anniversario del parco. Io ho avuto la fortuna di essere lì per il ventesimo e posso dirvi che tra spettacoli, parate e concerti improvvisati, è stata sicuramente un'esperienza bellissima. Ovviamente tutto questo ha un costo e per l'appunto, ho notato che da aprile in poi i prezzi di tutti gli alberghi torneranno quelli di un tempo. Ad oggi si ha la possibilità di risparmiare un pochino perché alcune attrazioni sono chiuse e ci sono dei lavori in corso - che, vi dirò, non rovinano per niente l'atmosfera, quindi, se avete la possibilità, fateci un pensierino. 




Negozi? Si ok, siamo d'accordo, non si va a Disneyland per fare shopping o meglio, questa è stata la mia convinzione fino a quando non ho messo piede - e portafoglio - negli shop presenti nei parchi. Sono dei veri e propri luoghi di perdizione dove troverete ogni gadget possibile e immaginabile; dai calendari, alle matite, passando per le coperte in morbidissimo pile, arrivando alle mitiche orecchie da Minnie e il portachiavi di Alice nel paese delle Meraviglie. 
Volete fa shopping, ma anche continuare a giocare? No problem. Fate spese entro le ore 15:00 e potrete tranquillamente passare a riprendere i vostri acquisti quando avrete finito di far la maratonda o le montagne russe. Se preferite, potrete addirittura farveli recapitare gratuitamente in albergo. Comodissimo. 

Che altro? Sono convinta di essermi dimenticata qualcosa.
Ah sì! Nel momento in cui entrerete a Disneyland, spegnete i pensieri e accendete il cuore.


Alla prossima. 













You may also like

6 commenti:

  1. Mi sono commossa già nel leggerlo, non voglio immaginare una volta che sarò veramente nel mondo delle favole. Grazie per aver spiegato il tutto nel miglior modo che ci potesse essere ed aver dato tanti consigli utilissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te, di cuore :) Io sono felice di esservi utile!

      Elimina
  2. Ciao Ale descrizione perfetta ☺ ci sono già stata ma per una sola giornata! Volevo farti una domanda riguardo ai pasti. In vari siti scrivevano spesso che le file per i pasti negli hotel erano lunghissime! Quale orario mi consigli ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi andavamo per le 14:30 circa, e non abbiamo mai fatto troppa coda :)

      Elimina
  3. Ci sono stata tantissime volte da ragazzina, è il mio paradiso in terra e stavo giusto appunto accarezzando l'idea di farci una capatina "da grande" con le amiche! Grazie per i super consigli, soprattutto degli alberghi!! Se non sono indiscreta, solo per farmi un'idea di una cifra indicativa in "bassa" stagione... quanto avete speso in tot in 2 tutto compreso (parchi, pensione completa, volo)? Grazie :)

    Where the magic happens... ❤❤❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro. Allora, tutto compreso, 4 notti, 5 giorni ai parchi, pensioni completa, voli, navetta, 1200 euro circa totale in due.

      Elimina

Copyright © 2013 Crinzieacapo by Alessandra Crinzi. All rights reserved . Powered by Blogger.

Translate