Lo storico Mulino Bianco in tour: una magica esperienza da non perdere

Oggi parliamo di cose belle, ma soprattutto, desidero darvi un’idea piacevole per trascorrere delle ore in allegria durante il vostro weekend. Il famoso mulino del Mulino Bianco è in tour nelle principali città d’italia, questo weekend a Genova dal 20 al 22, e prossimamente in tante altre città, le tappe cliccando QUI. La cosa meravigliosa è che ognuno di noi ha la possibilità di visitare questo luogo che profuma di biscotti e, per quanto mi riguarda, anche di splendidi ricordi d’infanzia.

 

Ieri mattina ho avuto la fortuna e il privilegio di visitarlo; un’esperienza non solo divertente, quindi adatta sia a noi adulti che ai più piccini, ma anche istruttiva e coinvolgente. La prima sensazione che si prova entrando nel mitico Mulino, è quella di essere all’interno di un luogo davvero magico e, nell’immediato, si viene travolti dalla voglia di iniziare il tour guidato all’interno, giocando e passando da una postazione all’altra.

 

La prima tappa è la dispensa del Mulino: qui, scegliendo uno dei vostri prodotti preferiti, avrete la possibilità di scoprire nel dettaglio ogni ingrediente utilizzato, la sua provenienza e anche il perché viene scelto. Dettagli che solitamente non troviamo nelle confezioni e che ci portano a scoprire come, per quest’azienda, sia fondamentale il nostro benessere.

 

La seconda tappa è quella della Buona Nutrizione: colazione, merenda, pranzo, spuntino, cena. Cinque prodotti Mulino Bianco  da  utilizzare durante la nostra giornata, cinque pasti giornalieri equilibrati con utilissimi suggerimenti nutrizionali che possiamo mettere in tasca e portar con noi vita natural durante.

 

 

La finestra sul Mulino: ammetto, una tra le mie tappe preferite. Pedalando su una bicicletta di legno o girando la manovella di una ruota, farete sorgere un sole e scoprirete che Mulino Bianco tiene non solo alla nostra salute, ma anche a quella dell’ambiente: per i suoi prodotti zero grassi idrogenati, zero conservanti e anche continua ricerca per migliorare ogni singolo prodotto di mese in mese, di anno in anno. Inoltre, fondamentale e non scontato, un occhio di riguardo nei confronti della natura. Proprio in questa postazione ho scoperto con grande piacere che Mulino Bianco utilizza esclusivamente energia elettrica derivante da fonti rinnovabili, progetta confezioni valutando prima di tutto l’impatto ambientale, utilizza carta e cartone proveniente da foreste gestite responsabilmente e, inoltre, più del 95% degli incarti è creato con materiale riciclabile – ditemi se vi pare poco!

 

Quarta tappa, La Colonna delle Idee: mi ha fatto scoprire gli impegni presi da quest’azienda nei confronti di ogni singolo consumatore e dell’ambiente, e mi ha permesso di fare lo stesso, scegliendo tra diversi idee per rispettare la natura – tra cui spegnere il wifi quando usciamo da casa, prendere mezzi pubblici anziché macchina. Io ho scelto di essere più responsabile chiudendo il rubinetto ogni qual volta mi laverò i denti – lo sapete? Equivale ad un risparmio di 27 litri d’acqua al mese: moltiplicatelo per 100 persone, e potrete rimanere a bocca aperta prendendo consapevolezza di quanto siamo bravi negli sprechi.

 

Quinta tappa, I Luoghi del sapere; in questa stanza dallo schermo circolare, vi verrà mostrato un piccolo filmato dal grande significato girato negli stabilimenti Mulino Bianco. Emozionante, davvero, e non solo perché entrerete virtualmente all’interno del luoghi di produzione, ma soprattutto perché, finalmente, potrete conoscere i volti di chi sta dietro a queIle confezioni di biscotti, pane, grissini che compriamo da decenni settimanalmente. Incredibile scoprire quanto lavoro, passione e dedizione ci sia dietro ad un biscotto.

 

Sesta tappa, quella Mulino Bianco e Social: qui, per ovvi motivi, ho giocato in casa sbaragliando tutto e tutti J e anche voi potrete scattare una foto/gif – che vi verrà inviata nell’immediato via mail – portando a casa con voi non solo la gioia e il ricordo di quel momento, ma soprattutto la felicità  che solo il buon cibo riesce a dare.

 

 

Insomma, sono state ore divertenti, piacevoli, istruttive, che mi hanno sorpresa non solo per le belle emozioni donatemi – lo staff all’interno è meraviglioso e accoglie come se famiglia – ma anche per ogni dettaglio appreso. La cosa che mi ha lasciata piacevolmente colpita è sicuramente la trasparenza con la quale quest’azienda si pone dinnanzi a noi clienti: non c’è segreto sulle fasi di produzione, sull’utilizzo degli ingredienti, su quanto rispetto ci sia non solo nei nostri confronti, ma anche per l’ambiente nel quali viviamo.

 

Ieri riflettevo proprio su questo: sono nata e cresciuta con Mulino Bianco sulla tavola, al punto  da riuscire a collegare ricordi a sapori, come quello delle Macine nel latte caldo; quando ero piccina mia madre lo preparava tutte le sere, soprattutto quando non riuscivo a prendere sonno. Inutile dirvi che ho ancora quest’abitudine.

 

Insomma, come avrete potuto intuire dal mio entusiasmo, questo è un tour da fare, non solo per imparare divertendosi, ma anche per conoscere ogni dettaglio di quest’azienda che, in punta di piedi, entra da anni nelle nostre case.

 

E poi, scusate, diciamola tutta: girare per il Mulino cogliendo l’occasione per stanare Pasotti o Banderas, per quanto mi riguarda, è missione di vita! 🙂

Lascia un commento